embed twitch

RetromaniaksTV - Twitch

RetromaniaksTV streams live on Twitch! Check out their videos, sign up to chat, and join their community.

Myth Cloth EX: Wyvern Radhamanthys


Questa recensione è dedicata ad uno specter che aspettavo da tempo, perché è uno dei personaggi più affascinanti della serie di Hades e perché ha un'armatura straordinaria!
Non appena ho ricevuto il pacco contenente Radhamanthys di Wyvern, uno dei tre giganti degli inferi, l'ho subito aperto e, devo ammettere, sono rimasto piuttosto deluso da quello che ho visto nella confezione. Forse perché lo attendevo da tempo, forse perché mi ero creato delle notevoli aspettative, ma la prima occhiata al contenuto della scatola non mi ha soddisfatto. L'impressione che ho avuto è che ci fossero solamente i pezzi dell'armatura e basta, senza nessun ulteriore gadget o particolarità che potesse aumentarne il fascino. In realtà, ad un'occhiata meno superficiale mi sono accorto che ha dei gadget; difatti nella confezione si trovano anche due aste che servono per creare gli
effetti dei colpi del mitico cavaliere, e mi sono immediatamente rianimato!! Inoltre, nella scatola si trovano altre tre paia di mani e tre volti con espressioni differenti, di cui una raffigurante l'immancabile urlo.
Con l'emozione che cominciava a salire, ho tolto i vari pezzi dalla confezione e ho cominciato a montarli. Di sicuro, gli spallacci sono quelli che attraggono maggiormente l'attenzione perché sono piuttosto voluminosi, ma perfettamente in linea con l'armatura. Un altro pezzo che cattura l'attenzione è il pettorale dell'armatura,
che risalta particolarmente grazie agli occhi e al muso della viverna che vi sono disegnati sopra; tutti dettagli che rendono minaccioso e temibile questo cavaliere. Il  colore  viola che caratterizza le rifiniture delle armature degli specter aggiunge un tocco particolare nel caso di Radhamanthys, in quanto rende la sua bellissima armatura molto più imponente di quanto non abbia visto su Saga. Su questo cavaliere danno una particolare aria di potenza e cattiveria, rendendolo decisamente affascinante! L'armatura, una volta montata, è proprio bella e ben proporzionata e anche leggera, per cui i movimenti del cavaliere risultano molto fluidi, anche grazie alle articolazioni snodabili della serie Ex.
Croce e delizia di questo cavaliere: le immense ali!! Le ali della viverna sono a dir poco enormi e anche fin troppo pesanti, e questo purtroppo crea qualche problemino di equilibrio una volta che vengono applicate alla schiena del titano infernale, ma nonostante questo piccolo difetto, l'effetto che ne deriva è strabiliante. Il loro colore, più chiaro e lucido del resto dell'armatura, gli permette di stagliarsi rispetto al primo piano dell'armatura stessa del cavaliere e contribuisce a rendere quell'impressione di magnificenza che
Radhamanthys incute nei suoi sottoposti così come nei suoi nemici. Una volta che ho completato l'armatura, e questa volta ci ho messo anche l'elmo con le sue grandi corna (sebbene la sua capigliatura molto bella meriti di rimanere esposta), ho potuto apprezzare in pieno la bellezza di questo Myth Cloth e la delusione che avevo provato inizialmente si è trasformata in ammirazione per questo bellissimo cavaliere. Peccato che sia uno dei cattivi! Comunque, è uno dei miei preferiti di tutta la serie Ex!! Confrontando poi il totem della viverna con quello del mio amato Dragone, devo ammettere a malincuore che non c'è paragone. Al cospetto della incantevole e possente viverna, con il suo aspetto minaccioso e le grandi ali pronte a far planare la viverna sul nemico per infliggere il colpo ferale, il Dragone di Sirio sembra quasi un mansueto draghetto che ben poco può fare contro un tale mostro!!
In conclusione, il mio giudizio su questa action figure è assolutamente positivo. Radhamanthys di Wyvern è un pezzo che non può mancare nella vostra collezione perché è troppo figo!!


A presto Comics Addicted!

Vincenzo Giansanti


Puoi ordinare questa ed altre splendide Action Figures presso il nostro Partner Comics Addiction!


Nessun commento:

Posta un commento