embed twitch

RetromaniaksTV - Twitch

RetromaniaksTV streams live on Twitch! Check out their videos, sign up to chat, and join their community.

QUALCHE INDISCREZIONE SU DRAGONBALL!

Gine, madre di Goku
Nonostante la saga di Dragonball abbia calato il sipario da vent'anni, molte sono le vicende rimaste in sospeso! Certo, non si tratta di dettagli fondamentali al completamento della trama, ma i fan più accaniti si sa, non ne hanno mai abbastanza. E allora ci si pongono domande e ci si interroga su curiosità che non hanno mai avuto un vero responso, lasciate alla fenomenologia della fantasia degli amanti di questa serie. Cosa sarebbe accaduto se...? Quanti si sono posti questo interrogativo, immaginando un possibile seguito o magari scavando a ritroso giungendo sino agli albori della stirpe dei saiyan? Molti fanart sono disponibili in rete, e tutti estremamente originali: Goku Super Saiyan di quinto livello, ipotetici parenti o nuovi avversari plasmati ex novo. Sicuramente il tutto è molto pittoresco e fa trapelare il rammarico ancora fresco dovuto al termine di questa serie divenuta un classico indiscusso. Elementi sicuramente suggestivi ma mai ufficiali, perciò praticamente nulli ed alieni alla continuity dell'opera originale. Da un po' di tempo a questa parte diversi desideri degli appassionati sono stati soddifatti ponendo nuove informazioni al servizio della totalità del Dragon World. Elenchiamo allora alcune di queste news, col supporto di
immagini facilmente reperibili in rete e menzionando la fonte che le ha sapute diligentemente divulgare!
Questa scia di indiscrezioni, rese pubbliche da Toriyama stesso, è dovuta ad una ritrovata curiosità nei confronti di Dragonball grazie al capitolo speciale insito nel manga "Jaco the Galactic Patrolman" (銀河パトロール ジャコ). La storia di Jaco è racchiusa in undici capitoli rilegati in un unico tankobon (come Kajika), ed è proprio qui che è stato inserito il capitolo bonus "Dragonball Minus". Questo piccolo capitolo è un prequel per quel che riguarda Dragonball. In questa circostanza viene svelato uno dei misteri più fitti di tutta la saga: l'indentità della madre di Son Goku. La giovane saiyan, compagna di Bardack, mostra un'indole che differisce dalla tipica aggressività degli abitanti del pianeta Vegeta; la loro storia d'amore è infatti un'eccezione per quella civiltà così guerrafondaia. Come vuole la tradizione, il suo nome viene tratto da un
Il piccolo Kakaroth (Goku) al momento della partenza
ortaggio/cibo. Vengono prese le sillabe hiragana della parola tamanegi (玉ねぎ) che significa "cipolla" e poi invertite: avremo a questo punto Gine (ぎね). Osservando le immagini di questo capitolo si notano subito profonde differenze con l'anime, basti guardare il piccolo Goku che nel momento in cui viene spedito sulla Terra non è un neonato, bensì un bambino di circa due anni con indosso un battle suit.
Da questo capitolo e dal successo che ne è derivato, su un'intervista pubblicata sul numero 6 del magazine della Sueisha "Saikyou Jump" (最強ジャンプ) Akira Toriyama decide di mettere nero su bianco dando l'ufficialità ad una piccola serie di interessanti indiscrezioni. Tra queste l'origine del nome di Mister Satan, preso in onore della palestra in cui ha appreso l'arte della lotta, e
la storia di come abbia perso il maestro per mano del killer Tao Pai Pai (Tai pai nel cartone). Mr. Satan inoltre, non è davvero un combattente di poco valore anzi, è un combattente esperto e sicuramente il più forte tra gli esseri umani privi di superpoteri; quando però si aggiungono nomi come quello di Crilin, Yamcha o Tenshinhan le cose si complicano per lui.
Altro interessante dettaglio viene svelato nelle pagine di "Dragonball Full Color". Questa ristampa giapponese vede l'opera cartacea completamente a colori! E' in questa ristampa, precisamente nel quarto numero della saga di Cell, che vengono rivelati i nomi dei cyborg 17 e 18. Questa volta i nomi vengono tratti dalla scissione della parola lapislazzuli (le famose pietre preziose). I due gemelli quindi, prima di chiamarsi 17 e 18, si chiamavano rispettivamente Lapis (ラピス) e Lazuli (ラズリ). In attesa di raccoglierne altre, intanto vi lasciamo con queste chicche tutte targate Akira Toriyama. Chissà cos'altro ci riserverà il futuro!
Una cosa è certa: una serie che suscita stupore e fa notizia a diversi anni dalla sua conclusione rappresenta un amore ed un'immortalità quasi incomparabili.

FedereZ

Nessun commento:

Posta un commento